INFO LINE
+39 0547. 29028
studio@dotcomassociati.it


APPROFONDIMENTI E CIRCOLARI

Finanziaria 2017 - Bonus cultura 18enni e bonus strumenti musicali

Confermata anche per il 2017 la concessione del “Bonus cultura” usufruibile per fini culturali dai soggetti che compiono 18 anni. Riproposto anche per il 2017 il contributo pari al 65% del prezzo per un massimo di 2.500 per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo a favore degli studenti iscritti ai licei musicali e ai corsi preaccademici, ai corsi del precedente ordinamento, ai corsi di diploma di I e II livello dei conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica


Finanziaria 2017 - Detrazione Irpef frequenza scolastica

E’ sto rivisto l’aumento del limite della detrazione IRPEF spettante per la frequenza di scuole dell’infanzia, primo ciclo di istruzione e della scuola di secondo grado del sistema nazionale di istruzione. Il limite risulta ora: € 564,00 per il 2016, € 717,00 per il 2017, € 786,00 per il 2018 e € 800,00 per il 2019


Finanziaria 2017 - Estromissione immobile ditta individuale

Viene riproposta l’estromissione dell’immobile da parte dell’imprenditore individuale E’ riconosciuta per gli immobili strumentali per natura posseduti al 31/10/2016 e riguarda le estromissioni effettuate dal 01.01.2017 al 31.05.2017 Richiede il versamento di una imposta sostitutiva pari all’8% sulla differenza tra il valore normale dell’immobile e il costo fiscalmente riconosciuto


Finanziaria 2017 - Rivalutazione beni d’impresa

Viene riproposta la rivalutazione dei beni di impresa e partecipazioni riservata a società di capitali ed enti commerciali. La rivalutazione va effettuata nel bilancio 2016 e deve riguardare tutti i beni appartenenti alla stessa categoria risultanti dal bilancio al 31.12.2015 Il saldo attivo di rivalutazione va imputato al capitale o ad una apposita riserva. E’ possibile affrancare tale riserva mediante il pagamento di una imposta sostitutiva pari al 10% Il maggiore valore dei beni è riconosciuto ai fini fiscali a partire dal terzo esercizio successivo a quello della rivalutazione (in generale quindi il riconoscimento avviene dal 2019) tramite il versamento di una imposta sostitutiva pari al 16% per i beni ammortizzabili 12% per i beni non ammortizzabili


Finanziaria 2017 - Rivalutazione terreni e partecipazioni

Riconfermata la possibilità di rideterminare il costo di acquisto di terreni e partecipazioni alla data dell’01.01.2017 da parte di persone fisiche, società semplici e associazioni professionali Entro il 30/06/2017 è necessario provvedere alla asseverazione e redazione della perizia e al versamento dell’imposta sostitutiva pari al 8%


Finanziaria 2017 - Riduzione agevolazione ACE

Confermata la riduzione al 2,3% dell’aliquota applicabile per il 2017 ai fini della deduzione ACE Per le ditte individuali e società di persone in contabilità ordinaria a partire dal 2016 viene confermato che la determinazione dell’agevolazione ACE va individuata con le regole applicabili per le società di capitali


Finanziaria 2017 - Nuova IRI

Dall’01.01.2017 viene introdotta l’imposta sul reddito d’impresa (IRI) nella misura fissa del 24%. L’imposta è applicabile alle imprese individuali e società di persone in contabilità ordinaria Il reddito su cui applicare l’IRI è dato dal reddito di impresa diminuito dei prelevamenti dell’utile/ riserve da parte dell’imprenditore / socio (tassato con le ordinarie regole irpef) nel limite del reddito dell’esercizio e dei periodi di imposta precedenti


Finanziaria 2017 - Buoni nido

Per i nati dall’01.01.2016 è riconosciuto un buono di 1.000 euro (su base annua per 11 mensilità) per il pagamento delle rette dell’asilo nido pubblico/privato. Viene corrisposto dall’INPS su richiesta del genitore previa presentazione di apposita documentazione attestante iscrizione e pagamento della retta.


Finanziaria 2017 - Premio nascita

Dal 2017 viene riconosciuto un premio di 800 euro per nascita o adozione di minore Tale premio non concorre alla formazione del reddito complessivo irpef e viene corrisposto dall’INPS su richiesta della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto dell’adozione


Finanziaria 2017 - INPS – Gestione separata – risuzione aliquota

Viene confermata la riduzione al 25% dell’aliquota applicabile ai lavoratori autonomi titolari di partita IVA iscritti alla gestione separata INPS. La modifica ha effetto per l’anno 2017


Finanziaria 2017 - Canone Rai

Viene stabilito per il 2017 la riduzione del canone rai che passa da 100 a 90 euro La dichiarazione sostituiva di non possesso di alcun apparecchio televisivo dovrà essere inviata entro il 31/01/2017 per evitare l’addebito del canone rai nella fattura di energia elettrica


Finanziaria 2017 - Contabilità semplificata per “cassa”

Dal 01.01.2017 le imprese in contabilità semplificata determinano il reddito in base al principio di cassa. In particolare il reddito verrà determinato dalla differenza tra l’ammontare dei ricavi e altri proventi percepiti (incassati) e le spese sostenute (pagate) Al reddito così determinato andranno aggiunti eventuali sopravvenienze attive e plusvalenze e sottratti gli ammortamenti relativi ai beni strumentali Pertanto non rilevano ai fini della determinazione del reddito le rimanenze finali/iniziali


Finanziaria 2017 - Credito Ricerca & Sviluppo

Confermata fino al 2020 per le imprese il credito di imposta per le spese relative agli investimenti incrementali in ricerca e sviluppo. Il credito di imposta è pari al 50% delle spese in ricerca e sviluppo a condizione che: - Le spese siano almento pari a 30.000 euro - Si realizzi un incremento di dette spese rispetto al triennio precedente


Finanziaria 2017 - Iper ammortamenti

Per le imprese che effettuano, entro il 31/12/2017, investimenti in beni nuovi finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica/digitale, il costo di acquisizione è aumentato del 150% Per gli stessi soggetti che effettuano nello stesso periodo investimenti in beni strumenatli immateriali (software, sistemi, piattaforme e applicazioni) il costo di acquisizione è aumentato del 40%.


Finanziaria 2017 - Proroga “maxi-ammortamenti”

Prorogata per imprese elavoratori autonomi che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi entro il 31/12/2017 la possibilità, ai fini della determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing, di incrementare il relativo costo di acquisizione del 40% Sono esclusi dall’agevolazione gli acquisti di autovetture


Finanziaria 2017 - Bonus Riqualificazione alberghi e attività agrituristica

Confermato per il 2017 e 2018 il credito di imposta pari al 65% delle spese sostenute dalle strutture alberghiere per interventi di recupero patrimonio edilizio, riqualificazione energetica, acquisto mobili/elettrodomestici Il credito è ripartito in 2 quote annuali di apri importo


Finanziaria 2017 - Bonus mobili/grandi elettrodomestici

La detrazione Irpef per le spese relative all’acquisto di mobili/grandi elettrdomestici (categoria A+ e categoria A per i forni) destinati all’arredo degli immobili oggetto di interventi del recupero del patrimonio edilizio è confermata nella misura del 50% su una spesa massima di euro 10.000 limitatamente: - Agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 01/01/2016 - Per le spese sostenute nel 2017


Finanziaria 2017 - Bonus sismico

E’ riconosciuta una detrazione pari al 50% delle spese sostenute dal 01.01.2017 al 31.12.2021 relative ad interventi su edifici ubicati nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zona 1, 2 e 3). Se dalla realizzazione dei citati interventi deriva una riduzione del rischio sismico che determini il passaggio ad una classe di rischio inferiore la detrazione è riconosciuta nella misura del 70%, a due classi di rischio inferiore la detrazione è riconosciuta nella misura dell’80% La detrazione è ripartita in 5 rate annuali di pari importo. Limite massimo della spesa Euro 96.000


Finanziaria 2017 - Proroga detrazione 50% e 65%

Prorogata fino al 31/12/2017 la detrazione IRPEF per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (50% su una spesa massima pari a 96.000) e per gli interventi di riqualificazione energetica (detrazione nella misura del 65%)


Novità fiscali 2017 - Rimborso IVA

Possibilità di richiedere il rimborso dell’IVA a credito senza presentazione della garanzia per importi fino a 30.000,00


Novità fiscali 2017 - F24 – Soggetti privati

Soppresso l’obbligo per le persone fisiche di presentare i modelli F24 superiori ai 1.000 euro esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’agenzia delle entrate. In assenza di compensazione, le persone fisiche possono presnetare i modelli F24 direttamente alla banca/posta indipendentemente dal saldo finale


Novità fiscali 2017 - Versamento imposte: nuove scadenze

Viene previsto che il versamento del saldo IRPEF/IRAP e IRES (per soc capitali con esercizio coincidente con anno solare) va effettuato entro il 30/06 dell’anno di presentazione della dichiarazione (in precedenza era il 16/06). Possibile differire il versamento di 30 giorni con maggiorazione dello 0.40%. Il saldo IVA va versato entro il 16.03 di ciascun anno ovvero entro il 30.06 dell’anno di presentazione della dichiarazione con maggiorazione dello 0.40% per ogni mese o frazione di mese successivo al 16.3


Novità fiscali 2017 - Sospensione termini trasmissione documenti e versamenti da controlli Agenzia Entrate

E’ prevista la sospensione dal 01.08 al 14.09: - del termine per la trasmissione di documenti informazioni richiesti ai contribuenti dall’Agenzia delle entrate - del termine (di 30 giorni) per il pagamento delle somme dovute a seguito dei controlli automatici, dei controlli formali e della liquidazione delle imposte sui redditi soggetti a tassazione separata


Novità fiscali 2017 - Certificazione Unica

Differito al 31.03 del periodo di imposta successivo a quello a cui si riferiscono i redditi certificati, il termine di consegna della Certificazione Unica ai percipienti. La novità si applica con riferimento alle certificazioni relative al 2016


Novità fiscali 2017 - Voluntary disclosure

Riapertura dei termini della procedura di collaborazione volontaria con la quale è possibile sanare violazioni commesse fino al 30/09/2016


Novità fiscali 2017 - Rottamazione cartelle

Confermata la definizione agevolata dei ruoli con abbuono di sanzioni e interessi per i carichi affidati agli agenti della riscossione nel periodo che va dal 2000 al 2016 L’adesione alla procedura va fatta entro il termine fissato al 31.03.2017 Il pagamento delle somme va effettuato secondo le seguenti modalità: - 70% entro il 30/11/2017 - 30% entro 30/09/2018


Novità fiscali 2017 - Adempimenti soppressi (INTRA ACQUISTI, BLACK LIST e acquisti SAN MARINO)

A decorrere dal 2017 sono soppressi i modelli INTRA relativi agli acquisti e alle prestazioni ricevute Inoltre confermata la soppressione della comunicazione black list già a partire dal periodo in corso al 31.12.2016. E’ stata soppressa, a partire dalle operazioni annotate dall’ 01.01.2017, la comunicazione all’Agenzia delle entrate degli acquisti senza IVA da operatori aventi sede a San Marino


Novità fiscali 2017 - Invio trimestrale liquidazioni IVA

E’ stato introdotto l’invio trimestrale delle liquidazioni periodiche IVA (mensili/trimestrali) L’invio va effettuato entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre L’invio va effettuato anche per le liquidazioni IVA che chiudono con un credito Sono esonerati dall’adempimento i soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale (soggetti che hanno registrato solo operazioni esenti) o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche (minimi/forfetari) Sanzione: l’omessa o errata comunicazione in esame è punità con sanzione da 500 e 2.000 euro, ridotta al 50% se l’invio viene effettuato entro 15 giorni dalla scadenza


Novità fiscali 2017 - Spesometro trimestrale

A decorrere dal periodo di imposta 2017 viene previsto l’invio trimestrale dei dati delle fatture emesse/acquisti/bolle doganali e note di variazione La scadenza è l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre I° trimestre – scadenza 31/05 II° trimestre – scadenza 31/08 posticipata al 16/09 III° trimestre – scadenza 30/11 IV° trimestre – scadenza 28/02 Per il 2017 l’invio relativo ai primi due trimestri la scadenza è stata fissata al 25.07.2017 Sanzioni: in caso di omesso o errato invio dei dati delle fatture è previsto l’applicazione della sanzione di € 2,00 per fattura con un massimo di euro 1.000 per trimestre La sanzione è ridotta ad € 1,00 se effettuata entro 15 giorni dalla scadenza


Novità fiscali 2017 - Soppressione Equitalia

Confermata dal 01.07.2017 la soppressione di Equitalia e l’affidamento della attività di riscossione alla nuova “Agenzia delle entrate – Riscossione”


Novità fiscali 2017 - Dichiarazioni di intento

L’agenzia delle entrate ha approvato il nuovo modello DI per la presentazione delle dichiarazioni di intento nel quale è stata eliminata la possibilità di indicare il periodo di validità della stessa Il nuovo modello dovrà essere utilizzato per le operazioni di acquisto da effettuare a partire dal 1.3.2017 Il nuovo modello potrà quindi essere utilizzato soltanto per: - una operazione o più operazioni - nel limite dell’importo specificato nel campo 1 o 2 del modello DI Il vecchio modello andrà utilizzato fino al 28/02/2017 Nel caso sia stata rilasciata una dichiarazione di intento utilizzando il vecchio modello ed indicando il periodo di validità, questa perderà efficacia per gli acquisti da effettuare dal 01.03.2017. Dovrà essere pertanto presentata una nuova dichiarazione di intento con il nuovo modello Se utilizzando il vecchio modello è stato compilato il campo 2, non deve essere presentato un nuovo modello ma questo avrà efficacia fino a concorrenza dell’importo indicato anche per gli acquisti successivi al 1.3.2017 Se nel corso dell’anno l’esportatore abituale intende acquistare per un importo superiore a quanto indicato nella dichiarazione di intento è necessario presentare un nuovo modello ad integrazione di quello precedente indicando l’ulteriore ammontare fino a concorrenza del quale si intende acquistare senza applicazione dell’IVA


Invio telematico dei corrispettivi

Con appositi provvedimenti, l’Agenzia delle entrate ha introdotto a decorrere dall’01.01.2017 la memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi gionalieri relativi alle cessioni di beni/prestazioni di servizi da aprte dei commercianti al minuto e soggetti equiparati L’invio telematico dei corrispettivi è obbligatorio per i soggetti che effettuano cessioni di beni/prestazioni di servizi tramite distributori automatici; il nuovo obbligo decorre dal 01.04.2017


LEGGE DI STABILITA' - 2016

RISCOSSIONE CANONE RAI A partire dal 2016, il canone di abbonamento per uso privato è stabilito in 100,00 euro. Il canone verrà addebitato nelle fatture emesse dall’azienda fornitrice di energia elettrica. Per il 2016 nella prima fattura successiva al 01.07.2016 saranno addebitate cumulativamente tutte le rate scadute


LEGGE DI STABILITA' - 2016

COOPERATIVE SOCIALI – NUOVA ALIQUOTA IVA DEL 5% E’ stata introdotta la nuova aliquota IVA del 5% applicabile alle prestazioni sanitarie, socio sanitarie, ricovero e cura, prestazioni educative, soltanto se rese da a) cooperative sociali e loro consorzi b) a favore di soggetti svantaggiati La nuova aliquota si applica alle operazioni effettuate sulla base di contratti stipulati, rinnovati o prorogati successivamente al 01.01.2016


LEGGE DI STABILITA' - 2016

SETTORE AGRICOLO Disposto l’aumento dal 12% al 15% dell’imposta di registro sui trasferimenti di terreni agricoli e relative pertinenze a favore di soggetti diversi da coltivatori diretti/IAP


LEGGE DI STABILITA' - 2016

UTILIZZO CONTANTE E’ stato aumentato da € 1.000 a € 3.000 il limite previsto per il trasferimento di denaro contante A seguito della predetta modifica non è possibile effettuare trasferimenti di denaro contante per importi pari o superiori ad € 3.000 che pertanto dovranno essere effettuati con mezzi tracciabili (bancomat, assegni, bonifici, ecc) – Decorrenza dal 01.01.2016


LEGGE DI STABILITA' - 2016

RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPAZIONI Viene riproposta la possibilità di rideterminare il costo di acquisto al 01.01.2016 di - terreni edificabili e agricoli - partecipazioni non quotate in mercati regolamentari non possedute in regime di impresa da parte di persone fisiche, società semplici, associazioni professionali ed enti non commerciali Entro il 30.06.2016: - redazione ed asseverazione perizia di stima - versamento imposta sostitutiva pari all’8%


LEGGE DI STABILITA' - 2016

NOTE DI VARIAZIONE IVA La nota di credito può essere emessa in caso di mancato pagamento in tutto o in parte: a) In presenza di procedure concorsuali, accordo ristrutturazione debito, piano attestato di risanamento dalla data di assoggettamento alla procedura, decreto di omologa dell’accordo b) a causa di procedure esecutive individuali rimaste infruttuose


LEGGE DI STABILITA' - 2016

ESTROMISSIONE IMMOBILE IMPRENDITORE INDIVIDUALE Riproposta anche l’estromissione dell’immobile da parte dell’imprenditore individuale; L’agevolazione viene riconosciuta agli immobili strumentali per natura posseduti al 31.10.2015, ha effetto dal 01.01.2016 e richiede il pagamento dell’imposta sostitutiva entro il 31.05.2016 L’imposta pari all’8% va calcolata sulla differenza tra “valore normale dell’immobile” e “costo fiscalmente riconosciuto”


LEGGE DI STABILITA' - 2016

ASSEGNAZIONE AGEVOLATA BENI D’IMPRESA AI SOCI Viene riproposta l’assegnazione/cessione agevolata dei beni ai soci di società di persone/capitali. A tal fine è dovuta una imposta sostitutiva sui redditi e IRAP pari all’8% calcolata sulla differenza tra “Valore dei beni assegnati” e “costo fiscalmente riconosciuto” Assegnazione entro il 30/09/2016. Pagamento imposta sostitutiva: 60% entro il 30.11.2016 e 40% entro il 16.06.2017


LEGGE DI STABILITA' - 2016

MAXI AMMORTAMENTI A favore di imprese e lavoratori autonomi che acquistano beni strumentali nuovi nel periodo compreso tra il 15.10.2015 e 31.12.2016, al solo fine del calcolo delle quote di ammortamento e i canoni leasing, il costo di acquisizione è maggiorato del 40%. (esempio: la base imponibile per un bene acquistato per 10.000,00 euro rileverà – per il calcolo degli ammortamenti – per 14.000,00) Sono esclusi: a) gli acquisti di beni materiali per i quali il coefficiente di ammortamento è inferiore al 6,5% b) gli acquisti di fabbricati e costruzioni


LEGGE DI STABILITA' - 2016

BONUS MOBILI GIOVANI COPPIE Detrazione del 50% su una spesa massima di 16.000 per l’acquisto di mobili destinati all’arredo dell’abitazione principale acquistata. Riservata a giovani coppie in cui almeno uno dei due non abbia superato i 35 anni di etàe che costituiscano nucleo familiare da almeno 3 anni. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali e non è cumulabile con le detrazioni previste per il recupero del patrimonio edilizio né con il bonus mobili elettrodomestici


LEGGE DI STABILITA' - 2016

DETRAZIONI RECUPERO EDILIZIO E RISPARMIO ENERGETICO Sono state prorogate le condizioni previste per il 2015 per quanto riguarda gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (detrazione 50% per spese sostenute entro il 31/12/2016) e di riqualificazione energetica (65% per spese sostenute entro il 31/12/2016); prorogato anche il bonus mobili ed elettrodomestici di categoria A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione; detrazione 50% su una spesa massima di 10.000


LEGGE DI STABILITA' - 2016

ALIQUOTA IRES Dal 01/01/2017 l’aliquota IRES viene fissata nella misura del 24% (anziché 27,5%)


LEGGE DI STABILITA' - 2016

DETRAZIONE IVA ACQUISTO IMMOBILI RESIDENZIALI E’ stata inserita la possibilità di detrarre dall’IRPEF lorda e fino a concorrenza del suo ammontare il 50% dell’IVA relativa all’acquisto di unità immobiliari residenziali di classe energetica A/B cedute dalle imprese costruttrici; la detrazione spetta per gli acquisti effettuati entro il 31/12/2016 e va ripartita in 10 rate annuali


LEGGE DI STABILITA' - 2016

IMPOSTA TASI a) Esenzione TASI per gli immobili adibiti ad abitazione principale, escluse quelle di lusso (A/1, A/8 e A/9) b) Per gli immobili locati a canone concordato l’ammontare della TASI, come risultante dall’applicazione dell’aliquota fissata dal Comune, viene ridotta del 75%


LEGGE DI STABILITA' - 2016

IMPOSTA IMU a) Riduzione al 50% della base imponibile IMU per gli immobili concessi in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizza come abitazione principale (il contratto deve essere registrato e il comodante deve possedere un solo immobile oltre all’abitazione principale sita nel C Comune in cui si trova l’immobile concesso in comodato e deve avere residenza e dimora abituale nel comune in cui è situato l’immobile dato in comodato) b) Esenzione per i terreni agricoli ricadenti in aree montante e di collina e quelli posseduti dai coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola c) Per gli immobili locati a canone concordato l’ammontare dell’IMU, come risultante dall’applicazione dell’aliquota fissata dal Comune, viene ridotta del 25%


MODELLO BLACK LIST – Chiarimenti

Dal 2015 la Comunicazione delle operazioni effettuate/ricevute verso e da operatori economici con sede/residenza in paesi Black List: - va inviata annualmente (non è ancora chiaro il termine ultimo di presentazione se 31/01 oppure 30/04) - obbligo di presentazione solo se l’importo complessivo annuo delle operazioni con operatori Black List supera i 10.000 euro. Il limite si intende non per singola operazione, ma come limite complessivo annuo, riferito cioè al valore complessivo delle cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute. Si rammenta che non sono più considerati Black List i seguenti paesi: San Marino con decorrenza dal 11/03/2014 Lussemburgo con decorrenza dal 07/01/2015


MODELLO INTRASTAT SERVIZI – Compilazione semplificata

Con determinazione del 19/02/2015 l’agenzia delle Dogane ha recepito le semplificazioni dell’art. 23 D. Lgs. 175/2014 relativamente alle istruzioni per la compilazione del modello Intra riservato ai servizi resi / ricevuti. In base alla nuova versione delle istruzioni è ora prevista l’indicazione FACOLTATIVA dei seguenti dati: numero e data fattura modalità di erogazione del servizio (I=istantanea / R: a più riprese) modalità di incasso (B=Bonifico, A = accredito o X = altro) La Determinazione dell’Agenzia delle Dogane ha modificato solamente le istruzioni per la compilazione, rimanendo pertanto inalterata la struttura del modello Intra servizi in considerazione del fatto che l’indicazione dei dati sopra esposti è facoltativa Resta fermo l’obbligo di indicare : numero progressivo, Stato e codice IVA dell’acquirente/fornitore, Ammontare operazione in euro (ed eventualmente in valuta per servizi ricevuti), Codice Servizio e Paese di Pagamento Le nuove istruzioni specificano inoltre che in caso di operazioni che presentano le stesse caratteristiche, e cioè codice di identificazione IVA acquirente/fornitore, codice del servizio e paese di pagamento, i dati vanno esposti in ciascuna riga in modo aggregato, indicando l’importo complessivo degli stessi Le nuove disposizioni sono applicabili dal 2015


FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dal 31-03-2015 le imprese, i professionisti e gli operatori economici in generale che hanno rapporti commerciali con la Pubblica Amministrazione (Ministeri, Scuole, Comuni, Aziende Sanitarie, ecc) per incassare le proprie fatture dovranno obbligatoriamente ricorrere alla “fatturazione elettronica”. Ciò significa che dal 31/03 tali Enti non potranno più procedere al pagamento delle fatture emesse in formato cartaceo o pervenute in modalità differenti da quelle previste dal processo di fatturazione elettronica. Tale processo prevede non solo l’emissione/creazione della fattura in formato Xml ma anche la trasmissione, conservazione e archiviazione in formato esclusivamente elettronico.


La Finanziaria 2015 – principali novità - parte seconda

8) Bonus bebè: per ogni figlio nato o adottato nel periodo compreso tra il 1.1.2015 e 31.12.2017 è previsto un assegno di importo annuo pari ad euro 960,00. Spetta fino al compimento del terzo anno di età ed è riconosciuto al genitore il cui nucleo famigliare abbia una valore ISEE non superiore a € 25.000. In caso di ISEE pari o inferiore a € 7.000 il bonus è raddoppiato 9) Rivalutazione terreni e partecipazioni: viene disposta la riapertura della possibilità di rideterminare il costo di acquisto di terreni e partecipazioni non quotate, non posseduti in regime di impresa, alla data del 1.1.2015. Entro il 30.06.2015 è necessario provvedere alla redazione ed asseverazione della perizia di stima e al versamento della imposta sostitutiva (4% per le partecipazioni non qualificate, 8% per partecipazioni qualificate e terreni) 10) Reverse charge: viene esteso il meccanismo del reverse charge per le prestazioni di servizi relative ad edifici, di pulizia, demolizione, installazione impianti e lavori di completamento 11) Split payment: per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti di enti pubblici, saranno questi ultimi a dover versare l’IVA direttamente all’erario e non al fornitore del bene/servizio. Modalità e termini saranno stabiliti da apposito decreto 12) Dichiarazione IVA: dalla dichiarazione relativa all’anno di imposta 2015, l’obbligo di presentazione della dichiarazione annuale andrà fatta entro il mese di febbraio. Non è più consentita quindi l’inclusione della dichiarazione IVA nel modello UNICO. Soppressa la presentazione della “Comunicazione IVA” 13) IRPEF: la franchigia IVA per i lavoratori frontalieri è aumentata ad € 7.000 a decorrere dal 1.1.2015 14) Pellet: aumento aliquota IVA per la cessione di pellet che passa dal 10% al 22% 15) IMU : Prorogato al 26.01.2015 il termine per il versamento IMU relativo ai terreni agricoli ex-montani


La Finanziaria 2015 – principali novità

In data 29/12/2014 è stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale la “legge di stabilità del 2015” in vigore dal 1 gennaio. Qui di seguito le principali novità: 1) Prorogato a regime il credito a favore dei lavoratori dipendenti (c.d. Bonus 80 euro) 2) Buoni pasto elettronici: passa da 5,29 euro a 7 euro la quota non tassabile in capo al dipendente. La modifica ha effetto dal 01/07/2015 3) In materia di IRAP è prevista la completa deducibilità del costo del lavoro a tempo indeterminato. Per i soggetti che no si avvalgono di lavoratori dipendenti è previsto un credito di imposta pari al 10% dell’IRAP lorda. Tale importo è utilizzabile solamente in compensazione nel modello F24 4) TFR: in via sperimentale e per i periodi di paga che vanno dal 1.3.2015 al 30.06.2018 i lavoratori del settore privato con almeno 6 mesi di lavoro presso lo stesso datore di lavoro possono richiedere di percepire la quota di TFR maturanda quale parte integrativa della retribuzione. La scelta è irrevocabile. Esclusi da tale facoltà i lavoratori domestici e quelli del settore agricolo 5) Riqualificazione energetica: viene stabilito che la detrazione IRES / IRPEF relativa ai lavori di riqualificazione energetica spetta nella misura del 65% per le spese sostenute nel periodo 6.6.2013 – 31.12.2015 6) Recupero patrimonio edilizio: viene stabilito che la detrazione IRPEF relativa ai lavori di recupero del patrimonio edilizio è riconosciuta nella misura del 50% delle spese sostenute nel periodo 26.06.2012 – 31.12.2015. Prorogata al 31.12.2015 anche la detrazione IRPEF del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione 7) Nuovo regime forfettario: previsto un nuovo regime forfettario riservato alle persone fisiche che va a sostituire i regimi fiscali agevolati precedenti. Il regime è applicabile a coloro che rispettano determinati requisiti e non è riservato solamente ai soggetti che intraprendono una nuova attività. Il reddito viene calcolato applicando un coefficiente di redditività differenziato a seconda dell’attività svolta ai ricavi/compensi percepiti. Il reddito così calcolato è soggetto ad una imposta sostitutiva Irpef del 15%


GEOMETRI – Contributo Integrativo

A partire dal 01.01.2015 il contributo integrativo che i Geometri sono tenuti ad applicare in fattura passa dal 4% al 5%. Tale modifica ha effetto solo per le prestazioni effettuate nei confronti di committenti privati (persone fisiche, società, imprenditori, lavoratori autonomi, ecc) Pertanto tale aumento non è applicabile alle prestazioni professionali effettuate nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni per le quali dovrà essere ancora applicata l’aliquota del 4%


VARIAZIONE DEL TASSO LEGALE

Dall’1.1.2015 il tasso di interesse legale passa dall’1% allo 0,5%. Il tasso legale viene utilizzato in particolare anche per la determinazione del calcolo degli interessi dovuti in sede di ravvedimento operoso


MODELLO F24 – NOVITA’

Come previsto dal D.L.66/2014 a partire dal 01/10/2014 i versamenti tramite Modello F24 di imposte/contributi seguiranno le seguenti regole: 1 – Il Modello F24 che, per effetto di compensazioni presenta un saldo a ZERO, va presentato esclusivamente tramite I servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline) Non è ammessa la presentazione tramite home banking o presentazione cartacea in banca/posta. 2 – Il Modello F24 che, per effetto di compensazioni presenta un saldo A DEBITO (compensazione parziale), va presentato esclusivamente tramite I servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline) o tramite il servizio di Home banking degli intermediari della riscossione (es: banche o posta). Non è ammessa la presentazione cartacea in banca/posta 3 – Il Modello F24 che presenta un saldo a debito superiore a 1.000,00 (senza compensazioni) deve essere presentato esclusivamente tramite I servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline) o tramite il servizio di Home banking degli intermediari della riscossione (es: banche o posta). Non è ammessa la presentazione cartacea in banca/posta 4 – Il Modello F24 con saldo a debito pari o inferiore ai 1.000,00 euro (senza compensazioni) può essere presentato con le ordinarie modalità telematiche (Entratel/Fisocnline/Home banking) oppure in formato cartaceo, se contribuente non è titolare di partita Iva


TASI - Comune di Cesena

Con la presente si informa che, per il Comune di Cesena, la prima rata della TASI in scadenza il 16/10/2014 se versata in ritardo ma non oltre il termine per il versamento della seconda rata previsto per il 16/12/2014 non sarà soggetta a maggiorazioni a titolo di interesse e sanzioni. Lo studio in ogni caso predisporrà i calcoli per il versamento della prima rata per la scadenza del 16/10. Il comune di Cesena ha previsto per il versamento della TASI riferibile all’abitazione principale e relativa pertinenza una serie di detrazioni calcolate sulla base dell’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente). Per chi interessato alla compilazione della dichiarazione ISEE si invia in allegato l’elenco della documentazione necessaria per la predisposizione della stessa. Per beneficiare della detrazione di cui sopra, entro il termine del 16/12/2014 dovrà essere presentata apposita comunicazione all’ufficio Tributi del Comune Lo studio rimane a disposizione per ulteriori chiarimenti


Versamenti UNICO 2014 - Proroga

Slitta dal 16 giugno al 7 luglio 2014, il termine per effettuare i versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione unificata annuale da parte dei contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore. Usufruiscono inoltre della proroga i contribuenti che partecipano a società, associazioni e imprese soggette agli studi di settore. Dopo il 7 luglio e fino al 20 agosto 2014 i versamenti possono essere eseguiti con una maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40 per cento.


730/2014 - Presentazione

http://snipurl.com/28zh8l1

Differito al 16 giugno il termine per la presentazione del modello di dichiarazione 730/2014 ai CAF-dipendenti ed ai professionisti abilitati


Cinque per mille – ANNO 2014

La Legge di stabilità 2014 (art. 1, comma 205, Legge n. 147/2013) ha confermato, senza modifiche, l’istituto del 5 per mille anche per l’esercizio finanziario 2014: - le domande di iscrizione dovranno essere inviate esclusivamente secondo modalità telematiche entro il 7 maggio 2014 - gli elenchi provvisori degli enti di volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche saranno disponibili a partire dal 14 maggio - gli enti avranno, quindi, tempo fino al 20 maggio per presentare eventuali istanze di correzione - l’Agenzia pubblicherà, entro il 26 maggio, una nuova versione aggiornata degli stessi. (Agenzia delle Entrate, circ. 20 marzo 2014, n. 7/E)


30/06/2014 – Pagamenti - Obbligo del POS

Dal prossimo 30 giugno scatta l’obbligo per tutti i soggetti che effettuano l’attività di vendita di prodotti e di prestazioni di servizi (artigiani, commercianti e professionisti) di dotarsi del POS per permettere ai propri clienti, se richiesto e per importi superiori ai 30 euro, di pagare tramite carta credito o bancomat. La normativa non prevede sanzioni per la mancata installazione del POS, pare che l’unica conseguenza sia il rifiuto ad effettuare il pagamento. Quindi, nel caso di richiesta di pagamento tramite POS e l’impresa/professionista non lo abbia installato, il cliente potrà rifiutarsi di effettuare il pagamento


Rimborsi IVA trimestrali: mod. TR 2014

http://snipurl.com/28tn5kx

E’ stata approvata la versione definitiva del modello IVA TR 2014: esso deve essere utilizzato dai contribuenti che hanno realizzato nel trimestre un’eccedenza di imposta detraibile di importo superiore a 2.582,28 euro e che intendono chiedere in tutto o in parte il rimborso di tale eccedenza ovvero intendono utilizzarla in compensazione anche con altri tributi, contributi e premi. Tale modello è stato recentemente “aggiornato” dall’Agenzia delle Entrate in base alle ultime novità introdotte ai fini IVA. (Agenzia delle Entrate, provv. 26/03/2014, n. 43436)


Iscrizione al VIES con istanza on-line

E’ attivo il nuovo servizio che consente ai soggetti già titolari di partita IVA, abilitati a Fisconline o Entratel, di richiedere direttamente in via telematica l’iscrizione nell’archivio degli operatori autorizzati a compiere operazioni intracomunitarie (elenco VIES). (Agenzia delle Entrate, comunicato stampa 26 marzo 2014)


5 per mille 2014, online gli elenchi provvisori

Sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.it, sezione “Documentazione - 5 per mille - 5 per mille 2014”), sono disponibili le liste provvisorie degli enti aspiranti alla ripartizione del 5 per mille 2014. Rispetto allo scorso anno aumentano (del 7,6%) gli aspiranti beneficiari. Agenzia delle Entrate, comunicato 14 maggio 2014


Visure catastali e ipotecarie on-line a costo zero

Le persone fisiche, abilitate ai servizi Fisconline ed Entratel dell’Agenzia delle Entrate, possono accedere gratuitamente alle informazioni relative alla casa di loro proprietà. Tra queste: - la visura catastale (per soggetto e per immobile); - la mappa con la particella terreni; - la planimetria del fabbricato; - la visura ipotecaria. (Agenzia delle Entrate, comunicato stampa 31/03/2014, n. 34)


5 per mille: elenco dei beneficiari 2012

http://snipurl.com/28t5919

Sul sito internet dell’Agenzia delle entrate sono consultabili gli elenchi aggiornati degli enti ammessi ed esclusi alla ripartizione del 5 per mille 2012. (Agenzia delle Entrate, comunicato stampa 9/04/2014)